giovedì 27 febbraio 2014

La pochette make up da borsa ovvero come sopravvivere all'improvviso incontro con il principe azzurro!

(Sei Bridget Jones) Sei fuori casa, stamattina hai messo la sveglia al limite delle possibilità umane e non hai avuto il tempo di truccarti ed ovviamente, secondo la legge di Murphy incontri lui: il Principe Azzurro:

Naaa in realtà intendevo LUI, il mio unico, inimitabile esemplare di Principe Azzurro :

Ti prego Leo, scegli me anche se non sono bionda,non faccio la modella e non ho 22 anni!!! (fonte Vivacinema)

E di conseguenza non sei neanche lontanamente presentabile. Cosa fai? Cerchi un sacchetto da infilarti in testa? Ti concentri nella speranza di mimetizzarti con ciò che ti circonda?

La sottoscritta, nella speranza di incontrare Leo per strada (perchè si insomma è una cosa che può capitare tutti i giorni no?) porta sempre con sè nella borsa Mary Poppins  una piccola ma ingegnosa pochette:

 E' brutta sporca e cattiva, I know

della grandezza indicativa di 7 X 4 cm essa sta praticamente in una mano ma al suo interno, ospita 6 piccole meraviglie;

  •  Ombretto Collistar Satin Primer più colore N2 Cipria
  • Mascara Diorshow New look Nero
  • Campioncino di profumo gentilmente elargito da Sephora durante un round di acquisti
  • Matita nera Pupa multiplay con sfumino di dubbia utilità
  • Sfumino di utilità poco meno dubbia di quello precedente ma unico ad entrare in una pochette così piccola
  • Kiko Ultra Glossy Stylo color rosa trasparente
Foto di gruppo dei fantastici sei

Ora, questi prodotti all'apparenza messi insieme alla rinfusa, rispondono a delle precise esigenze di ritocco veloce in estreme condizioni. Manca il fondotinta ma l'idea di applicarlo in fretta e furia fuori casa non mi ha mai entusiasmata. L'ombretto chiarissimo color rosa chiaro (quasi carne sul mio sottotono di pelle) è quello che a mio avviso si presta meglio ad essere applicato al volo in condizioni estreme (ed il fatto di essere già formulato con il primer ne aumenta la tenuta). La matita Multiplay Pupa è una delle più sfumabili che abbia mai provato (forse troppo) ma è quella che permette al meglio di effettuare ombreggiature o lievissime sfumature per dare definizione all'occhio. Il rossetto Kiko, dalla consistenza e dal colore più simile ad un gloss segue lo stesso principio dell'ombretto: se in tutta fretta ne applicassi uno più scuro, con la precisione che mi ritrovo, sembrerei un vampiro, o un clown a seconda della fantasia di chi guarda. Il mascara....beh il mascara è d'obbligo per il mio occhio munito di sopracciglia rachidiche, elegantemente scroccato da una rivista. E infine il profumo non guasta mai, potreste portarvi il vostro preferito o un campioncino da provare (e se poi te ne penti???)
E voi? Avete mai incontrato il vostro Principe Azzurro mentre avevate le sembianze di uno zombie di The Walking Dead? Come avete rimediato?

Baci ed abbracci
Bridget

PS: I prodotti dei quali ho parlato sono stati acquistati con i miei danari ed il giudizio riflette la mia opinione personale.

4 commenti:

  1. Ma la tua pochette è davvero deliziosa!!!!! <3 ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vecchiarella ma pucciosissima nella sua piccolezza XD

      Elimina
  2. Sai che questi rossetti Kiko li ho sempre trovati carinissimi? Sono sheer però magari da borsetta hanno il loro senso :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Durano il tempo di uno starnuto ma da applicare al volo,bendati e con le mani legate sono il top XD

      Elimina

Adoro quando ricevo un commento al post perchè ciarlare di make-up e confrontarmi con voi è l'obiettivo di questo blog ma per favore, non inserite commenti di spam e link, sono curiosa come una scimmia e state pur certi che verrò a vedere i vostri blog :)