venerdì 14 marzo 2014

Bricolage Cosmetico.Olio di ricino per ciglia e sopracciglia ovvero inseguendo il sogno di essere un cerbiatto con le sopracciglia di Cara Delevigne

Ben trovati!

Come già detto in altri post, Madre Natura non mi ha donato di lunghe e folte ciglia né di sopracciglioni alla Cara Delevigne, dando così un cliente in più a tutte le case produttrici di mascara dalle promesse cariche di meraviglie.
Nel post sul miracoloso olio di cocco (e se non lo avete letto, sappiate che vi siete perse l'irripetibile bonus track con i miei pasticci con gli oli in testa) ho già accennato all'uso che ho riservato all'olio di ricino una volta accertata la sua impossibilità d'uso sui capelli  come impacco. La cara vecchia saggezza popolare suggerisce l'uso dell'olio di ricino come trattamento per fortificare ed aiutare la crescita di ciglia e sopracciglia, nonchè per donar loro lucidità e luminosità.
L'olio di ricino è facilmente reperibile in molti ipermercati, Acqua&Sapone, erboristerie, ad un prezzo generalmente basso. Irrancidisce con molta difficoltà (a patto di non lasciare la confezione aperta a lungo e conservandolo in luogo fresco e poco esposto alla luce) e si può applicare con lo scovolino di un vecchio mascara ormai pulito.
Qui però il criceto che è nel mio cervello ha iniziato a girare vorticosamente sulla sua rotellina ed è venuta fuori una idea geniale: perché non travasarlo NELLA confezione di un vecchio mascara? Nel mio caso ho usato la confezione di un mascara trasparente fortificante Kiko, ormai agli sgoccioli, provvisto di uno scovolino che mi era piaciuto molto. Ho tolto la valvola dosatrice, ho pulito ben bene il tubetto e lo scovolino, lasciandoli asciugare prima di travasarvi l'olio di ricino. Una volta versata la giusta quantità di olio nel tubetto (non eccessiva altrimenti non appena si immerge lo scovolino l'olio fuoriesce) e rimessa la valvola ho ottenuto il mio piccolo trattamento ciglia e sopracciglia a prova di pigroni.
L'ho usato con costanza per un mese, generalmente prima di andare a dormire o in quelle giornate nelle quali prevedevo di rimanere in casa, nella speranza di trovarmi con le ciglia di Bambi e le sopracciglia di Cara o di Elio con risultati....beh non esattamente consoni alle aspettative (forse troppo alte) ma ho notato dei miglioramenti:

  • sia ciglia che sopracciglia sono effettivamente più lucide
  • le ciglia si sono rinforzate (non ne trovo più in quantità industriali sul dischetto di cotone al momento dello struccaggio)
Unico neo: se l'olio entra nell'occhio fa lacrimare peggio di una cipolla! Per cui è consigliabile "scaricare" molto bene lo scovolino prima di applicarlo per evitare di ritrovarsi con gli occhi che fanno pupi pupi (citazione di Camilleri nel Commissario Montalbano).
Conclusioni: come trattamento allungante non funge granché ma è un ottimo fortificante dal costo accessibile (soprattutto se paragonato ai suoi brandizzati colleghi da parafarmacia). Dopotutto quotando il farmacista del mio paese: "Bene magari non fa, ma neanche male!"

E voi avete mai provato questa soluzione? Gli occhi vi hanno fatto pupi pupi (adoro questa espressione e dovevo trovare un'altra occasione per inserirla!)

Baci ed abbracci
Bridget



Nessun commento:

Posta un commento

Adoro quando ricevo un commento al post perchè ciarlare di make-up e confrontarmi con voi è l'obiettivo di questo blog ma per favore, non inserite commenti di spam e link, sono curiosa come una scimmia e state pur certi che verrò a vedere i vostri blog :)